Passa ai contenuti principali

Pratica disegno #10: sette forme di veneri

Mi è sempre piaciuta la venere di Willendorf, ha qualcosa di veramente ancestrale, un alone di mistero. Un'idealizzazione, un vero esercizio di astrazione della figura della donna, sicuramente un’opera d’arte, che indica la capacità dell'umanità di andare oltre la forma, oltre a quello che l’occhio vede. Qualcuno ha cristallizzato la realtà che viveva migliaia di anni fa, facendo della scultura un messaggio, perché l’essere umano ha la necessità di comunicare, di raccontare.

Avevo disegnato questi schizzi qualche tempo fa e ora li ripropongo su qualche disco che era rimasto vuoto in una scatola. Non amo particolarmente buttare cose su cui ho lavorato tanto. Ho fatto questi graffiti partendo dalla figura di abbondanza della venere di Willendorf e immaginando che più passano i secoli e più l'ideale di donna diventa praticamente filiforme.

Considerato che se nelle tribù primitive, una giustificazione pratica esiste, ad oggi non ve ne è alcuna, a scagionare media e industria della moda. Capitalisti che insistono nel proporre un modello, obsoleto, di bellezza irreale ispirato ai manichini di un centro commerciale, che stra-guadagnano facendoci sentire sempre inadeguati!

 








Commenti

Post popolari in questo blog

Pietra di luna, mezzaluna, luna crescente, roccia per bonsai... fate voi!

Ho impiegato quattro ore in una calda mattina di luglio per attaccare le scaglie una ad una, sotto l'ombra di un castagno. Pietra di luna NON smaltata di circa 30cm con base ovale con un'altezza di 40cm. Patina e riflessi ottenuti in riduzione a 1280°C naturalmente nella fornace a legna. Per quest'occasione legno di pino!

Vaso per bonsai in semi cascata, levigato verticalmente.

Vaso per bonsai in semi cascata (Han Kengai) misura circa 18,5cm x 18,5cm x 20cm di altezza. La particolarità di questo vaso sta nel fatto che è stato levigato con un sasso in senso verticale, questo procude una texture molto particolare che rende le parti trattate quasi lucide, creando un gioco di luce molto bello sulla superfice sopratutto se bagnato. E' una tecnica primitica che in antichità si usava per cercare di rendere i vasi il più possibile impermeabili ai liquidi che contenevano, solitamente questa tecnica non è usata con l'alta temperatura in quanto bisogna essere molto delicati per evitare crepe durante la cottura, ma in questo caso l'esperimento è riuscito bene, perciò ci riproverò sicuramente. Particolare della levigatura verticale.

Altri quattro vasi per bonsai...

Ho scelto questi quatto vasi per bonsai  perché hanno tutti qualcosa che mi piace negli smalti e sopratutto perché ho usato in cottura una forte riduzione riuscendo ad avere belle sorprese. Vaso magari per shohin misura circa 12cm x 8cm altezza 4cm. Smaltato... un colore che non so descrivere ma che mi piace molto, tenterò in futuro di ricreare questo effetto. Vaso abbastanza grande misura circa 40cm x 26 cm altezza 9cm. Smaltato verde scuro con effetti metallici. Vaso di media grandezza misura circa 22cm x 15cm altezza 5cm. Smaltato di blu o " deep blue "con sfumature chiare. Altro vaso di media grandezza misura 25cm x 17cm altezza 7cm. Anche per questo smalto l'effetto è sicuramente dovuto all'atmosfera riducente della mia cara fornace a legna .